La forte propensione di Easy per l’innovazione e lo sviluppo è testimoniata dalla partecipazione ai progetti di ricerca e innovazione.

Di seguito elenchiamo i principali.

timeline_pre_loader
2015

CAFIS - Automazione industriale

CAFIS, finanziato sulla linea di intervento 4.1.1.1. del PO FERS Sicilia 2007-2013 della Regione Siciliana, Assessorato Regionale alle Attività Produttive finalizzato alla messa a punto di tecniche innovative di controllo della qualità del caffè in linea di produzione

EDIMEC - Strumenti per la collaborazione

DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA MECCATRONICA IN SICILIA

Il distretto di 148 imprese siciliane ad alta specializzazione che punta alla valorizzazione di un’area di confine che si colloca tra la meccanica, l’automatica, l’elettronica e l’informatica.

DIRE - Energie rinnovabili

DIRE – Drone Inspections for Renewable Energy, finanziato sulla linea di intervento 4.1.1.2. del PO FERS Sicilia 2007-2013 della Regione Siciliana, Assessorato Regionale alle Attività Produttive e finalizzato alla messa a punto di procedure e strumenti per l’ispezione di impianti e infrastrutture per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e la sua distribuzione;

FAE - Energie rinnovabili

FAE – Fotovoltaico ad Alta Efficienza, finanziato sulla linea di intervento 4.1.1.1. del PO FERS Sicilia 2007-2013 della Regione Siciliana, Assessorato Regionale alle Attività Produttive con l’obiettivo di uno sviluppo in tempi brevi di un sistema fotovoltaico a concentrazione modulare altamente competitivo, capace quindi di competere sul mercato nazionale e mondiale.

2014

Sensori - Sensori e domotica

SeNSori – Sensor node as a service for home and building Energy saving,  finanziato sul bando PII Nuove Tecnologie per il Made in Italy Industria 2015, del Ministero dello Sviluppo Economico. L’obiettivo del programma è la definizione e realizzazione di un’architettura per l’ambient intelligence per il controllo totale dei flussi energetici, elettrici ed idrici, negli ambientiindustriali, sociali ed abitativi. Con tale programma si vuole innovare il “sistema casa”, uno dei settori fondamentali del Made in Italy, supportando una significativa innovazione di prodotto, grazie sia all’introduzione di conoscenze scientifiche e tecnologiche, che allo svolgimento di attività mirate all’acquisizione di nuove conoscenze

SMARTBUILDINGS - Sensori e domotica

SMARTBUILDINGS – Un sistema di Ambient Intelligence per l’ottimizzazione delle risorse energetiche in complessi di edifici, finanziato sulla linea di intervento 4.1.1.1. del PO FERS Sicilia 2007-2013 della Regione Siciliana, Assessorato Regionale alle Attività Produttive. L’obiettivo è un monitoraggio ed un controllo dei consumi e delle fonti energetiche, completi, continui e puntuali per le abitazioni, gli uffici, gli edifici pubblici, per interi quartieri. Tali funzioni possono essere oggi efficacemente realizzabili solo con l’impiego di paradigmi che vanno sotto il nome di Ambient Intelligence (AmI); lo scopo principale di tale disciplina è lo sviluppo di sistemi intelligenti in grado di adattare l’ambiente circostante alle preferenze dell’utente, sia che queste siano espressamente formulate, sia che vengano inferite dal sistema stesso.

2008

FIREFOX - Ricerca semantica

FIREFOX, finanziato sul bando FIT ICT del Ministero delle Attività Produttive e finalizzato alla realizzazione di un sistema di knowledge management basato su piattaforme open source e teso a fare emergere il sistema di relazioni semantiche presenti in un dato corpus documentale.

2007

STARS - Controllo remoto

Il progetto STARS  prevede il controllo integrato di un sito archeologico sottomarino attraverso l’uso di telecamere fissate sul fondale, sensori ad ultrasuoni sensori ambientali e sistemi di fruizione turistica (ROV).

Le riprese video a ciclo continuo sono trasmesse tramite cavo sottomarino ad una prima centrale di elaborazione sulla terraferma e da lì inviate alla Centrale di Controllo e Gestione in grado di analizzare i dati ricevuti e rendere disponibili i contenuti sia per musei che per mostre itineranti o pubblicazione su internet.

La sorveglianza del sito è assicurata tramite il ricorso alla tecnologia di motion detection che vede la Easy impegnata sul fronte della selezione e perfezionamento degli algoritmi di analisi nelle difficili condizioni dell’acquisizione sottomarina.

Il progetto è stato finanziato dalla misura 3.14 del Programma Operativo Regionale 2000-2006.

Visionet - Controllo remoto

Il programma è stato finanziato dalla misura 3.14 del Programma Operativo Regionale 2000-2006 ed ha avuto lo scopo di valutare la fattibilità di un approccio innovativo al problema della videosorveglianza.

Obiettivo del programma è stato arricchire e consolidare librerie di analisi di immagine messe a punto dalla azienda promotrice e dai collaboratori scientifici in precedenti contesti di ricerca al fine di valutare la fattibilità di un sistema capace di:

  • acquisire video da una rete di telecamere
  • processare le sequenze per evidenziare l’esistenza delle caratteristiche di interesse (intrusione, movimento, altri cambiamenti di scenario)
  • interpretare e classificare i cambiamenti di scenario registrati
  • archiviare le sequenze su opportuni video-server insieme agli attributi comportamentali estrapolati rendendole disponibili su reti TCP/IP

1998

Viplast - Controllo industriale

HPC based Visual inspection of moulded Plastic component è un progetto condotto nell’ambito del programma di calcolo ad alte prestazioni HPCN del 4° RSD Framework dell’UE

Il progetto ha consentito lo sviluppo di tecnologie di controllo della qualità di manufatti stampati in materiale termoplastico, contatti in collaborazione con l’Istituto di Fisica Cosmica e l’Applicazione dell’Informatica del CNR e la Siplast S.p.A., utilizzatore finale della tecnologia.

Il sistema ha impiegato tecniche di ispezione visiva automatica per la rilevazione dei principali difetti significativi dal punto di vista della qualità globale del prodotto.

Per garantire il controllo costante sul prodotto e la autocertificazione della qualità della singola unità di prodotto la elaborazione visiva si avvale di un elaboratore a medio parallelismo basato su di un cluster di DSP multiprocessore.

Il sistema di elaborazione, di costo moderato e integrato con la elettronica di controllo della linea di produzione, costituisce un dimostratore delle possibilità di applicazione di metodiche di High Performance Computing nella automazione del controllo di qualità in piccole e medie industrie.